Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra pagina con l'informativa cookie completa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Articoli filtrati per data: Giugno 2017
%AM, %15 %041 %2017 %00:%Giu

La sicurezza in ufficio: Parte 7

La movimentazione manuale dei carichi

Quali sono i rischi di una movimentazione manuale e quali sono le corrette modalità di movimentazione dei carichi?

Dopo aver analizzato l’organizzazione del lavoro, le postazioni di lavoro e il rischio elettrico, passiamo ad un altro rischio tipico degli ambienti di lavoro di tipo ufficio, e cioè la movimentazione manuale dei carichi. Le informazioni sono tratte dal Quaderno informativo n. 16, “La Sicurezza in Ufficio” tratto dalla Collana “Cultura della sicurezza” dell’università La Sapienza di Roma.

Movimentazione manuale dei carichi

Durante la normale attività di ufficio, può verificarsi la necessità di trasportare faldoni, risme di carta, ecc. Si riportano di seguito alcune indicazione che possono essere utili anche nei casi in cui tale movimento è occasionale, al fine di evitare possibili traumi o incidenti nelle fasi di sollevamento e trasporto dei carichi.

Sollevare un carico, anche di pochi chilogrammi, sottopone ad una compressione lombare la struttura muscolo-scheletrica del corpo umano, con una notevole incidenza di valori che variano in relazione all'angolo di inclinazione del tronco al momento del sollevamento.

Come effettuare la movimentazione: alcuni consigli

Prima di iniziare l’attività di movimentazione, bisogna sempre:

  • controllare il carico da movimentare poiché le superfici degli imballi o del componente movimentato possono presentare parti taglienti, pungenti o scheggiate che possono provocare ferite alle mani.

  • prima di sollevare e trasportare manualmente un carico è necessario conoscerne il peso, il senso di sollevamento, gli eventuali punti di presa e le caratteristiche del contenuto

Dopo queste verifiche iniziali, per sollevare un carico senza sottoporsi ad un carico eccessivo (q di conseguenza ad una compressione lobare eccessiva), è necessario:

  • Afferrare il carico mantenendo le gambe divaricate, con i piedi ad una distanza di 20/30 cm tra loro, affinché sia garantito l’equilibrio durante l’operazione.

  • Sollevare il carico gradualmente dal punto di appoggio.

  • Eseguire il sollevamento con la schiena in posizione eretta e con le braccia rigide in modo tale che lo sforzo sia sopportato prevalentemente dai muscoli delle gambe.

  • Non sollevare un peso curvando la schiena ma piegando le gambe.

  • Sollevando o spostando un carico, non eseguire mai torsioni del busto.

  • Spostando un carico non mantenerlo mai lontano dal baricentro del corpo.

  • Non inarcare la schiena per raggiungere posizioni sopraelevate, ma usare apposite scalette.

  • Quando, per la movimentazione dei carichi, vengono utilizzate specifiche attrezzature (bravette, carrellini, ecc.), fare attenzione che siano in buono stato e che i materiali siano correttamente posizionati per evitare cadute o ribaltamenti.

Con questi accorgimenti sarà possibile ridurre l’entità del rischio da movimentazione manuale dei carichi e quindi anche il mal di schiena alla fine della giornata.

Nel prossimo articolo parleremo degli altri pericoli generici presenti nei nostri uffici, per capire quali siano le misure comportamentali da adottare.
Per vedere maggiori dettagli sulla sicurezza in ufficio, scarica l’articolo completo cliccando qui oppure leggi il prossimo articolo sul nostro sito.

Pubblicato in Ultime Notizie
The best bookmaker in the UK William Hill - whbonus.webs.com William Hill
Bokmakers www.artbetting.net website.
Get free Wordpress Templates - Wordpress - BIGTheme.net